Di Vita: “Il Governo nasconde i tagli al fondo per la non autosufficienza che aveva ammesso appena due mesi fa”

“Il Documento di programmazione economica e finanziaria nasconde il taglio di 50 milioni al fondo dedicato alla non autosufficienza”. Lo afferma la deputata in Commissione Affari Sociali della Camera, Giulia Di Vita, che ha già sconfessato il governo in Aula in occasione del question time sui tagli da 211 milioni al Fondo politiche sociali e da 50 milioni al Fondo per le non autosufficienze.

“Il Def sottolinea che per il 2017 sono stati stanziati 50 milioni per il fondo dedicato alla non autosufficienza, lasciando intendere che ci sia stato un effettivo aumento, ma omette che quell’aumento è stato invece azzerato a seguito dell’intesa Stato regioni che ha previsto la riduzione di questo fondo per lo stesso importo – spiega la deputata-. Nonostante il governo sia stato costretto dalla mia interrogazione a risposta immediata alla Camera ad ammetterlo, per giunta in diretta tv, confermando la mia ricostruzione, il clamoroso taglio al fondo per la non autosufficienza non è stato scritto nel Def lasciando intendere che ci sia stato un aumento, quando invece nulla è cambiato. Una mano mette e l’altra toglie contando sulla superficialità dei media affinché nessuno lo sappia”.

Il governo conferma gioco delle tre carte sui fondi sociali

"La ricostruzione fatta dagli interroganti è esatta". Non so come commentare ulteriormente l'insulsa risposta del ministro Costa. Forse non si rende conto di cosa significa tagliare di oltre 200 milioni il già povero fondo per le politiche sociali. Ottima la replica del collega Massimo Enrico Baroni portavoce M5S alla Camera dei Deputati. Rievocare i tempi di Monti? Ci sono appena riusciti.

Pubblicato da Giulia Di Vita su giovedì 9 marzo 2017

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *