Stupro del medico a Trecastagni, Di Vita: “Nessun risposta concreta da Lorenzin”

“Il ministro Lorenzin si dice sconvolta per l’ennesimo atto di violenza su una donna medico ma non fa nulla perché ciò non si verifichi. Io ho presentato diverse interrogazioni su questo tema dopo le decine di casi che si sono verificati in Sicilia negli ultimi mesi, diversi medici siciliani hanno inviato segnalazioni e appelli per le violenze subite. A quando le risposte vere?”. Lo chiede al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, la deputata siciliana alla Camera Giulia Di Vita, dopo il caso di violenza sessuale subita nella guardia medica di Trecastagni, in provincia di Catania. La deputata nei giorni scorsi aveva depositato un’interrogazione sulle aggressioni subite dai medici in seguito all’obbligo delle vaccinazioni. “Invito il ministro, che è solita andare in Sicilia a fare passerelle per le inaugurazioni di reparti che poi vengono subito dopo chiusi, a effettuare un giro di ispezioni anche notturne per rendersi conto della situazione – aggiunge la deputata -. L’ultimo atto poi abominevole, ovvero lo stupro di un medico, riapre inoltre il capitolo della totale inefficacia del governo in tema di violenza sulle donne, a partire dal decreto sul femminicidio di ben 3 anni fa al quale poi non è seguita nessun’ altra azione. Questi sono i risultati”.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *